Aglietti: "Nessun dramma per la sconfitta. La reazione è arrivata tardi"


Al termine della partita fra Pisa e Ascoli, è stato Mister Aglietti ad analizzare nello specifico la gara e la prestazione dei bianconeri, che già martedì pomeriggio torneranno in campo, questa volta al Del Duca, per il recupero della 2^ giornata di campionato con il Cesena:

“La reazione è arrivata tardi” – ha detto il tecnico con riferimento al gol di Hallberg – “Oggi sapevamo che sarebbe stata una partita difficile, il Pisa ci ha chiuso tutti gli spazi, è rimasto sotto la linea della palla e noi li abbiamo agevolati in questo, ci siamo mossi poco davanti, abbiamo giocato a ritmi bassi e per loro è stato facile difendersi, non abbiamo interpretato nella maniera giusta la gara, non abbiamo affrontato il match con la solita cattiveria. Bisogna mantenere l’equilibrio, lo avevo detto alla vigilia, questa sconfitta può farci anche bene, forse abbiamo ricevuto troppi complimenti o si è parlato troppo di una vittoria, ma bisogna restare sereni e tranquilli, migliorarci, lavorare e fare cose diverse in determinate partite come quella di oggi, bisogna arrivare primi sulla palla. Negli ultimi minuti abbiamo alzato i ritmi, magari avremmo dovuto farlo prima, abbiamo reagito col cuore, seppure in maniera confusionaria a tratti e abbiamo avuto un paio di occasioni per pareggiare la gara. Non c’è da fare drammi per la prima sconfitta stagionale perché ero e continuo ad essere fiducioso: anche fornendo una prestazione ‘così così’ abbiamo sofferto poco, non ho visto un Pisa che ci ha messi sotto e ha dominato e noi siamo rimasti in partita senza mai rischiare di prendere gol, a parte le due reti toscane in cui dovevamo essere più attenti. Loro hanno avuto un impatto diverso dal nostro soprattutto con gli attaccanti. Noi comunque non ci siamo mai arresi e potevamo anche pareggiare e saremmo stati qui a parlare di una grande rimonta. Abbiamo le qualità per fare bene, si va avanti.

Sapevamo che il Pisa era una squadra tosta da affrontare in questo periodo, non ha nulla da perdere e l’unico modo per allontanare i problemi societari è concentrasi sul campo; la squadra si è compattata con l’allenatore e la tifoseria con la consapevolezza che, se le cose in campo vanno bene, si viene esaltati, mentre se vanno male si hanno tante attenuanti. Oggi abbiamo fatto fatica e va dato sicuramente merito all’avversario, il Pisa si è dimostrato squadra tosta che sta bene fisicamente. Giocare in uno stadio come quello visto oggi fa effetto, non sembrava di disputare una partita di Serie B. E’ stato tutto strano, come apprendere solo mercoledì dove avremmo dovuto giocare.

Rammarico? Non oggi, semmai per i due pareggi esterni precedenti in cui avremmo potuto raccogliere di più. Il Pisa ha vinto con merito, complimenti a loro, noi ci rimbocchiamo le maniche e pensiamo alla prossima gara di martedì. Il Cesena è un avversario diverso, che cerca di giocare a calcio, è una delle squadre favorite alla vittoria finale; dobbiamo tornare subito a fare punti con una prestazione differente, consapevoli che se giochiamo partite importanti i risultati arrivano, altrimenti no. In questa settimana abbiamo speso tanto e vedrò su chi poter contare martedì”.

#CALCIOB