Giaretta: "Il Verona è una squadra costruita per vincere e va affrontata con gli occhi di tigre

A due giorni dalla partita con l’Hellas Verona, il Direttore Sportivo Giaretta ha parlato del momento della squadra e del prossimo match di campionato. Bilancio delle prime otto giornate: “Le prime prestazioni sono state molto belle, nelle ultime invece siamo andati un po’ a sprazzi, qualcosa abbiamo sbagliato, ma credo molto in questi ragazzi, lavorano tanto e si impegnano, ma, al di là di questo, è chiaro che così non va bene e ognuno deve fare qualcosa in più. Nell’ allenatore vedo il punto di forza di questa squadra, soprattutto in questo momento di flessione; ad esempio, nella gara con lo Spezia andare a riposo sul doppio svantaggio avrebbe tagliato le gambe a tutti, invece noi siamo rientrati in campo per cercare ad ogni costo di ribaltare il risultato: le coscienze si smuovono proprio nei momenti di difficoltà, non dobbiamo perderci d’animo”. I giovani: “All’inizio tutti erano entusiasti dei nostri giovani, poi bisogna anche concederla una partita che non va benissimo, ma non perché siano giovani, ma perché a tutti capita una partita “no”. Noto che nello spogliatoio c’è amalgama e unità di intenti, senza diversificazioni fra giovani e meno giovani”. Mercato degli svincolati: “Noi crediamo molto nei ragazzi che compongono l’attuale rosa, c’è stato un momento di flessione, ma i nostri hanno tutte le carte in regola per riprendersi”. Hellas Verona, prossimo avversario: “E’ una squadra costruita per vincere e va affrontata con gli occhi di tigre, la fame vera, ritmi alti e tanta corsa, solo così si può mettere in difficoltà. Dopo la sconfitta di Novara mi ero già proiettato alla gara col Verona e l’avevo vista di buon grado perché, da un punto di vista emozionale e di cattiveria, è una partita che ti fa trovare facilmente le motivazioni, quindi ben venga un avversario così forte”. I giocatori: “Cacia viene valutato di giorno in giorno, sta facendo di tutto per recuperare. Da chi mi aspetto di più? Da Jaadi, ha una potenzialità molto alta e la deve tirare fuori quanto prima”.

#CALCIOB